A QUESTO PUNTO DIVENTA DAVVERO NECESSARIO FAR CHIAREZZA!

196

Nella corsa ai generosi chiarimenti, ci permettiamo di aggiungere un nostro modesto contributo, che diventa urgente dinanzi alla lettura delle recenti dichiarazioni, soprattutto quelle rilasciate dal  sindaco di Monopoli, Ing. Emilio Romani, intorno alla delibera di Giunta comunale n.183 del 18 novembre scorso, quella in cui si propone l’accorpamento della ex Scuola Media annessa al Conservatorio “N. Rota” di Monopoli con il  IV° Circolo Didattico “C. Bregante” .

I cittadini devono innanzitutto sapere che la proposta di creare un istituto comprensivo musicale, magari abbinato ad un polo musicale, trova un limite insormontabile non in pregiudiziali prese di posizione da parte delle OO. SS. scriventi ma, solo ed esclusivamente, nell’attuale ordinamento scolastico, che – a ragione o a torto, comunque è così! –  non prevede né istituti comprensivi musicali né poli musicali di qualunque altra natura! (continua)

Prova ne sia il fatto che la Giunta Provinciale di Bari, senza mezzi termini, ha rigettato la proposta d’istituzione di un polo artistico musicale a Monopoli in quanto “non previsto dall’attuale ordinamento”( delibera 206 del 24/11/2010, allegato A).

Ora ci chiediamo: perché il Sindaco Romani non ha fatto valere in Giunta Provinciale – della cui maggioranza, ricordiamolo,  egli stesso è espressione!  – quello che, solo a parole, dice di voler far valere a Monopoli? Non sarà che anche la Giunta Provinciale, implicitamente, ha dovuto riconoscere che la proposta di un polo musicale e’ realmente impraticabile, una invenzione più vicina alla pura propaganda piuttosto che agli ordinamenti della Repubblica italiana?

O forse qualcuno pensa che i cittadini di Monopoli siano facilmente raggirabili con l’oratoria politica?!

Abbiamo l’impressione, invece, di trovarci dinanzi al solito giochetto politico: scaricare sulla Regione (di centrosinistra…|), sui più competenti sindacati e sulle forze politiche di centrosinistra un fallimento di una scelta che, come detto, la stessa Provincia (di centrodestra…)  ha bollato come irricevibile! I cittadini sappiano infatti, che la Provincia può approvare, come dichiarato nella propria delibera, l’istituzione di istituti semplicemente comprensivi, ma non “istituti comprensivi musicali”, in quanto NON ESISTONO nel nostro ordinamento!!!

Pertanto, la Camera del Lavoro CGIL di Monopoli e la Federazione Lavoratori della Conoscenza, con l’obiettivo di ricreare un clima di concordia tra le istituzioni scolastiche, pur ribadendo la richiesta di ritiro della delibera e l’apertura immediata di un tavolo di confronto istituzionale sulla programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa per la città di Monopoli,  preannunciano che mettono a disposizione di tutti i cittadini e dei soggetti interessati le proprie strutture e competenze per discutere, in maniera quanto più possibile condivisa, le seguenti questioni:

1.    un progetto di percorso condivis della realtà scolastica monopolitana;

2.    nuove proposte sulla programmazione della rete scolastica e dell’offerta formativa nel Comune di Monopoli;

3.    individuazione di percorsi tecnicamente e giuridicamente corretti, per favorire l’insegnamento della Musica, garantendo la verticalità degli studi musicali, garantendo la qualità dello studio agli studenti, valorizzando il Conservatorio di Monopoli, magari con l’eventuale istituzione di un Liceo Musicale nel Comune di Monopoli, quello sì previsto dagli attuali ordinamenti.

La politica del Sindaco e dell’Assessore Orciuolo hanno provocato solo grande confusione e feroci conflitti, che le scuole di Monopoli e le famiglie dei nostri ragazzi mai avevano conosciuto e vissuto.
E’ il caso che si facciano aiutare per non creare ulteriori danni.

Per la Camera del lavoro di Monopoli

ONOFRIO PANTALEO 

 

Per la FLC CGIL

MICHELE SUMA